Partecipa al nostro Expert Talk su: Come Nextcloud permette agli istituti scolastici di collaborare in modo efficiente

Novembre 29, 2022

Neha Mishra

Partecipa alla nostra sessione video interattiva con gli esperti di Nextcloud Mikaela Schneider, Roxana Bocancea e Fyruz Wahid per scoprire perché molti istituti scolastici stanno passando dalle piattaforme di collaborazione Big Tech come Google Drive e Microsoft 365 a Nextcloud. Si discuterà delle sfide che queste grandi piattaforme offrono alle organizzazioni educative, delle necessità e dei criteri di valutazione per la scelta di una piattaforma di collaborazione, del futuro e dei requisiti di una piattaforma di collaborazione nel settore dell’istruzione e di come le soluzioni on-premises e open source possano aiutare le università, le scuole e gli istituti di ricerca a mantenere il controllo dei propri dati e dei costi.

Conferenza di esperti: come Nextcloud consente agli istituti di formazione di collaborare per gestire progetti, attività e processi in qualsiasi momento, ovunque e su qualsiasi dispositivo.

Si unisca a noi per la sessione interattiva Expert Talk

Si iscriva alla sessione gratuita Expert Talk di giovedì 15 dicembre 2022 alle ore 15.00 per conoscere le sfide della privacy che le Università, gli istituti di ricerca e le scuole devono affrontare e come Nextcloud può risolverle.

  • Data: Giovedì, 15 dicembre 2022
  • Ora: 15:00 (CET)

In questa sessione imparerà a conoscere

In questa sessione tratteremo i seguenti argomenti:

  • Che cos’è una piattaforma di collaborazione e perché le organizzazioni educative la utilizzano
  • Quali sono i problemi legali e di privacy delle soluzioni Big Tech?
  • Perché Nextcloud è una piattaforma di collaborazione così popolare per gli Istituti di formazione
  • Clienti esistenti e roadmap di Nextcloud nel settore dell’istruzione
  • Q&A

Astratto

La pandemia COVID-19, che si è sviluppata nell’ultimo anno, ha richiesto una serie di misure di isolamento sociale e di sicurezza senza precedenti, e quasi nessun aspetto della vita quotidiana è rimasto inalterato. Un’area che ha certamente visto notevoli cambiamenti a seguito del COVID-19 è il settore dell’istruzione. Quando le scuole e le università di tutto il mondo sono state costrette a chiudere i battenti per impedirne la diffusione, è stato necessario adottare metodi e tecnologie alternative quasi da un giorno all’altro. L’apprendimento online è diventato una necessità urgente, piuttosto che un’opzione. Molte organizzazioni sono passate a soluzioni di cloud pubblico, ma i problemi di privacy e conformità sono diventati presto evidenti e molte si sono pentite delle decisioni affrettate prese.

Per fortuna, ci sono delle soluzioni. Nextcloud offre una piattaforma di collaborazione di contenuti moderna e facile da usare, accessibile attraverso le interfacce mobile, desktop e web. Gli studenti, gli insegnanti e i ricercatori possono collaborare in tempo reale su documenti, chattare e partecipare a videochiamate, accedere alle loro e-mail o pianificare riunioni nei calendari. In quanto fornitore di software puro, Nextcloud non obbliga i clienti a ospitare nei suoi centri dati, ma collabora con una serie di partner leader per fornire soluzioni SaaS o on-premises. Si unisca alla nostra sessione di conferenze di esperti che si concentra sull’esigenza e la necessità di piattaforme di collaborazione nel settore dell’istruzione.